IMPLANTOLOGIA

Gli impianti dentali sono dei manufatti che vengono inseriti nelle ossa mascellari per sostituire i denti persi. Di solito sono a forma di vite, in titanio e attualmente quasi tutti i sistemi implantari presentano una superficie che rimane a contatto con l'osso, resa ruvida per migliorarne la stabilità a livello osseo. Il titanio è un metallo anallergico, resistente e leggero che viene utilizzato per costruire anche protesi inserite in altri distretti del corpo umano (ad esempio, arti artificiali).

 

Nel cavo orale, gli impianti dentali possono supportare strutture protesiche sia fisse (corone singole e ponti di varia estensione) che mobili ("dentiere" rimovibili dal paziente).

Come vengono realizzati gli impianti dentali

La tecnologia ha permesso di creare strutture implantari che permettono di ottenere risultati funzionali ed estetici eccellenti.

 

Gli impianti dentali mettono in contatto il tessuto osseo attraverso la gengiva con il cavo orale - che presenta una grande quantità di germi: è fondamentale, per ottenere successi duraturi, che i pazienti portatori di protesi su impianti mantengano un elevato livello di igiene orale e si presentino periodicamente (ogni 6 mesi circa) a visite di controllo, durante le quali l'odontoiatra valuta le condizioni di igiene orale, la salute dei tessuti gengivali ed esegue, se lo ritiene opportuno, radiografie di controllo.

Che cos’è la Chirurgia Implantologia Guidata

La programmazione chirurgica virtuale di interventi implantologici ha cambiato l’approccio al paziente candidato ad interventi implantologici.

 

La possibilità di eseguire un intervento virtuale su modelli tridimensionali virtuali ricostruiti da software dedicati sulla base di immagini TC, permette al chirurgo di scegliere con maggiore precisione non solo il punto di inserimento ma anche l’asse di inserimento delle fixtures, in modo da poter ridurre il numero di impianti e migliorando la distribuzione dei carichi masticatori (fino a circa 25 Kg/cm in condizioni fisiologiche) a livello osseo.

 

Alla base di una corretta programmazione chirurgica si trova la precisione di acquisizione delle scansioni tomografiche computerizzate facilitata dalla presenza, nel cavo orale del paziente, di mascherine radiografiche radiopache che rispecchiano una protesi esistente oppure il progetto protesico cerato sui modelli studio. La costruzione di dime chirurgiche stereolitografiche personalizzate presenta numerosi vantaggi; guida le frese (in posizione, inclinazione e profondità), abbrevia i tempi chirurgici, riduce il trauma operatorio facilitando la guarigione chirurgica, permette la costruzione di protesi provvisorie o definitive preoperatorie riducendo i rischi in caso di interventi con carico immediato e, infine, aumenta la soddisfazione del paziente. Per maggiori informazioni, contatta lo Studio Odontoiatrico Codebò a Desio, in provincia di Monza Brianza.

 

PROF. RUGGERO RODRIGUEZ Y BAENA

Prof. Ruggero Rodriguez y Baena

Laureato in Medicina e Chirurgia e Specialista in Odontostomatologia presso l'Università degli Studi di Pavia, è docente ufficiale di Clinica Odontostomatologia presso il Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria.

 

È responsabile del servizio di Chirurgia e Implantologia presso il Poliambulatorio di Odontoiatria dell'Università di Pavia.

 

È Presidente della Società Italiana di Chirurgia Odontodomatologica ed è Ambasciatore per l'Italia dell'Accademy of Osseointegration, la più importante Società Scientifica di Implantologia Americana e mondiale.

Share by: